Famiglia

Se chiudi gli occhi

Se chiudi gli occhi

Ricordo perfettamente il momento in cui pensai: mia sorella è “un essere strano”.

Io pacifica, lei già a 2 anni mega-agitata.
Io giocavo per ore con lo stesso gioco, lei dopo 4 secondi si stufava.
Io sempre la buonona-sensibile (e anche un po’ babba), lei la sveglia, super simpatica e scherzona…
Lei ballerina di danza classica a 3 anni, io mangiatrice seriale di “ciociacce” del papà (in compenso però nuotavo e facevo ginnastica artistica perché, come vi ho raccontato altre volte, io e i miei fratelli siamo cresciuti a pane e sport… e ciociacce!).

Poi con il tempo siamo diventate più simili… Così simili che non saprei più dire se sono di più le somiglianze o le differenze. Ma a quei tempi (alla veneranda età di 4 anni) da brava bambina egocentrica, non capivo proprio quell’esserino ossuto che viveva praticamente h24 insieme a me.

La causa di tutti questi ricordi d’infanzia è il libro “Se chiudi gli occhi”, scritto da @victoriaperezescrivà e illustrato da @claudiaranucci.
Leggendolo, mi è tornato alla mente quel mondo, così bizzarro e lontano dal mio, in cui viveva mia sorella a 2 anni, e che probabilmente faceva sorridere la mamma e il papà (io ridevo molto meno…)

Non so dirvi quale sia stato l’elemento, la circostanza, che mi permise di uscire da questa fase di straniamento… Ma mi piace immaginare che possa essere avvenuto così: chiudendo gli occhi e provando a immedesimarmi, a vedere la realtà un pochino come la vedeva lei.

Se chiudi gli occhi
Se chiudi gli occhi

Se chiudi gli occhi

Smettendo di spiegare “come erano veramente le cose” a mia sorella e provando invece ad capire io quel suo mondo, ad ascoltare “l’orologio come una scatolina di legno con dentro un piccolo cuore”.

Consiglio questo libro soprattutto a quei piccoli fratelli maggiori che non riescono a capire il mondo poetico e fantasioso dei loro fratellini e che per questo a volte si arrabbiano con loro; ma anche a tutti gli altri bambini (e adulti), perché ci sarà sempre nella vita quella persona che proprio non capiamo, che ci sembra viva in un mondo sballato, tutto storto, ma se proviamo a chiudere gli occhi…

Dai 2 ai 4-5 anni.


You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply